IONONVIOLENTO! CORSO DI FORMAZIONE DI 4 SERATE SULLA NONVIOLENZA

Il corso svoltosi in aprile che prevedeva 3 serate di workshop attivo e l’ultima serata con lo spettacolo teatrale “LA SCELTA” di Marco Cortesi e Mara Moschini si è concluso con successo.!! Alta l’affluenza di giovani e non del territorio e grandi le soddisfazioni degli organizzatori

Ecco alcuni pensieri che i partecipanti all’evento si sono sentiti di esprimere :

La nonviolenza è uno stile di vita. è la consapevolezza che è necessario agire per poter cambiare, per poter risolvere i conflitti. Si sa, la natura umana è spesso violenta secondo me, quindi questo modo di pensare bisogna allenarlo a partire da se stessi. la non violenza si impara, è una sfida, spesso si fallisce ma bisogna comunque provarci se si vuole cambiare. Si può agire boicottando un prodotto di una multinazionale, o protestando una violenza in maniera pacifica, ma soprattutto serve il dialogo. Questo è proprio il punto centrale. Parlare con l’altra persona, cercare di comprendere le sue ragioni, non essere influenzati dai pregiudizi ma essere disposti a un’apertura mentale. Il dialogo quindi è il metodo più efficace per essere non violenti e per arrivare cosi a una situazione di pace!!!” Laura Porcelli

“ Sono molto felice di aver partecipato agli incontri organizzati sulla NONVIOLENZA. Sono partita con diversi stati d’animo:curiosità, timore, timidezza..curiosità di conoscere la testimonianza di chi costruisce la sua vita su questa missione; timorosa di non sentirmi all’altezza delle attività, convinta che non avrei mai avuto il coraggio di dire la mia…ma certi temi toccano le coscienze, le riflessioni affollano la mente e non si puo’ restare indifferenti, non si puo’ rimanere in disparte a guardare. NO. Ho capito che anche quella è violenza! E non serve fare chissà quali gesti eroici ma si deve partire da noi stessi, dare spazio all’ascolto e al dialogo, è molto piu’ facile attaccare che trovare un accordo.

Per questo anche essere nonviolenti richiede sforzi e sacrifici…partendo da un litigio tra bambini ed arrivando ad una guerra internazionale. Non bisogna pensare che sia impossibile ma sperare che cambiando il nostro atteggiamento generale verso gli altri un giorno tutte le persone possano vivere in pace tra loro! Ringrazio i formatori per la loro capacità di mettere a proprio agio i partecipanti e per il loro impegno nel rendere gli altri consapevoli di quanto possono fare per essere nonviolenti.Ringrazio gli organizzatori per averci dato la possibilità di arrichirci con questa esperienza e grazie anche a quanti, come me, hanno saputo apprezzarla.” Melania Marcolongo

Il ricavato dello spettacolo teatrale, che ammonta ad € 1.426,00 è stato devoluto al progetto “MUTILATI DI GUERRA IN SIERRA LEONE” con cui la nostra associazione collabora già da anni.