Sierra Leone

Flag_of_Sierra_Leone_300x200 

progetto “Fiori di Sierra”

Novembre 2013

 LOCALITÀ: Lakka (periferia di Freetown).a 12 NOV. 2013  QUASI TUTTI

DESCRIZIONE: dal 2010 è in funzione a Lakka un asilo che attualmente accoglie circa 100 bambini. Al pomeriggio negli stessi locali si riuniscono ragazzini del vicino villaggio che, sotto la guida di alcuni studenti, fruiscono del doposcuola. Inoltre negli anni sono state aggiunte tre aule per le classi prima, seconda e terza (per un totale di 60 bambini iscritti nel 2014) e si vorrebbero costruire altre tre aule per la frequenza delle altre tre classi della scuola primaria. Inoltre si cerca in ogni modo di fornire un pasto adeguato ai bambini che frequentano l’asilo.

REFERENTE LOCALE: Maria Teresa Nardello, volontaria, che nel settembre 2013 scrive: “La Sierra Leone sta diventando oggetto di sfruttamento delle ricchezze naturali da parte di compagnie straniere, mentre aumenta il divario tra ricchi e poveri. Le famiglie che noi aiutiamo continuano a vivere in baracche o in case di mattoni, senza luce, acqua, servizi. Non c’è lavoro e i papà si spostano altrove in cerca di un po’ di occupazione. È sorprendente la fame di istruzione che c’è. Tutti vogliono andare a scuola. Le strade pullulano di studenti in uniforme a qualunque ora del giorno perché le scuole sono poche e neanche i doppi e tripli turni riescono a dare a tutti la possibilità di frequentarle”

 COSTI: le spese da sostenere crescono ogni anno per l’aumento dei bambini iscritti.

Per contribuire a sostenere le spese per la scuola materna di Lakka, c’è l’opportunità di adottarli a distanza (240,00 euro all’anno) con scheda e foto del singolo bambino.

Per saperne di più cliccate su:

http://www.stcatherineprimaryschool.altervista.org/

 

Se intendi contribuire alla realizzazione di questo progetto, indica nella causale del versamento “Progetto, fiori di Sierra”.

 

progetto “Vittime di guerra”

Maggio 2011

LOCALITÀ: Kissy, quartiere della periferia di Freetown.

DESCRIZIONE: I Padri Giuseppini del Murialdo, presenti in Sierra Leone dal 1979, hanno aperto per i bambini e i ragazzi di Kissy e dei villaggi limitrofi scuole e laboratori professionali. Si occupano inoltre di ragazzi e adulti che hanno subito mutilazioni, anche di entrambi gli arti inferiori, durante la guerra civile. Si calcola che gli amputati in Sierra Leone siano circa 1.200 e il governo non se ne occupa. I Giuseppini cercano di assicurare loro un aiuto economico mensile che non li costringa all’accattonaggio e consenta loro una vita dignitosa. Per questo si propone l’adozione a distanza.

 REFERENTE LOCALE: Padre Maurizio Boa, missionario dei Giuseppini del Murialdo.060809sierra-leone-mutilati

QUOTA ANNUALE: 240,00 euro. I versamenti possono essere effettuati ogni mese oppure una o più volte nell’anno. Nel momento dell’adesione verrà fornita una scheda con i dati e la foto dell’adottato.

DURATA: L’impegno minimo richiesto è di un anno, al termine del quale si può rinnovare l’adozione continuando i versamenti.

Se intendi contribuire alla realizzazione di questo progetto, indica nella causale del versamento “Progetto, vittime di guerra”.

 

UNA PROPOSTA DIVERSA – onlus

Via Nico D’Alvise, 1 – 35013 Cittadella (PD)

Versamento su: C/c Postale n° 17542358;

bonifico su: Cassa di Risparmio del Veneto, (succursale di Cittadella);
IBAN: IT66 A062 2562 5200 7400607696L

bonifico su: Banca di Credito Cooperativo Alta Padovana, (filiale di Cittadella).
IBAN: IT85 V084 2962 5200 17010000251

N.B. L’importo versato (tramite posta o banca) è deducibile dal reddito imponibile.